testata grande2

Arte e Spettacolo

primore

RECENSIONE AL FILM  IL PRIMO RE DI MATTEO ROVERE

Roma non fu costruita in un giorno, ma fu eretta con la spada e con il sangue di due fratelli”.

Di questi due uomini ben conosciamo i natali difficili, la storia travagliata ed, infine, il dramma che trascina uno nelle ombre degli Inferi e l’altro nella gloria dei secoli. Il primo re ( 2019) diretto da Matteo Rovere, che inizia in medias res proprio come nelle narrazioni epiche, ci aiuta a ricordare la vicenda di Romolo e Remo con la crudezza e la ferocia del mondo selvaggio in cui sono cresciuti i due fratelli.

6F05A780 0220 43C9 93BA 0E77EB5D5040

IPPOLITO E FEDRA: DESTINI TRAVOLTI DALLA DOLCE E DOLOROSA POTENZA DI AMORE.

                                                                                                             Io amo ciò che non si dice

                                                                                                     Nessuno ha mai capito il mistero

                                                                                                     perché il mistero non è mai esistito

                                                                                                                                         Alda Merini


519867ED 973E 4440 BB48 CA387B3FE0E2

Commento di un "attore" che osserva dalla platea.

Quello del Teatro “A. Rendano è un palco che, come altri, per essere calcato richiede una buona dose di passione, dedizione e sacrificio. Anche quest'anno le Officine Teatrali Telesiane hanno saputo essere all'altezza della sfida.

ANCORA UNA RIFLESSIONE SULL'ORESTEA.

 

oresteaANCORA

Giorno 30 Novembre alle ore 20.30 è andata in scena per la seconda volta, al Teatro “A. Rendano” di Cosenza,

orestea1

IL TERZO ATTO NEL SEGNO DI DIKE.

Appare surreale calcare le scene nel tempo in cui il Natale ammanta di atmosfera magica e fiabesca questo ventisette di Dicembre, in cui rivive il mito della trilogia eschilea, l’Orestea, della quale si dipanano ulteriormente i fili fatali di una trama sottile,

varna

TRA VOLONTARIATO E CINEMA, LE ESPERIENZE CHE FANNO CRESCERE.

Varna, 10-15 Ottobre

In occasione del 17º International Festival of Red Cross and Health Films, ho presenziato all’incontro in Bulgaria, come volontario della Croce Rossa, insieme a Nico Cirasino in rappresentanza della delegazione italiana.

orestea2DA MAGGIO A NOVEMBRE: UN CLASSICO NON FINISCE MAI DI DIRE QUEL CHE HA DA DIRE.

L’attimo eterno si ripropone: il sipario si alza e rivela la fitta trama di fili che compongono una ragnatela emblematica. È la rete nelle cui maglie si raccoglie e si consuma il dramma dell’Orestea. La trilogia, rivisitata e ricomposta dalla fine, abile e perita regia di Antonello Lombardo, si dispiega lungo un tragitto ideale,

orestea

L’ORESTEA SECONDO ANTONELLO LOMBARDO.

 

L’Oriente è l’attesa…Una vedetta volge lo sguardo insaziabile verso l’orizzonte, scruta nelle tenebre e spera di scorgere la sospirata fiamma. Il bagliore del fuoco, destinato a recare da Troia notizie sulla bramata vittoria, è l’alfa e l’omega di questa vicenda, di cui Clitennestra, <<donna con ambizioni da uomo>> rappresenta quel ragno che fila paziente,

LA MAGIA DELLA NOTTE DEI LICEI CLASSICI

 

angie

 

Quattro anni fa, Rocco Schembra, un  giovane professore di Latino e Greco del Liceo Classico Gulli e Pennisi di Acireale, ha avuto l’intuizione di dar vita alla Notte Nazionale del Liceo Classico.

LE OFFICINE TEATRALI TELESIANE METTONO  IN SCENA LA TRILOGIA DI ESCHILO

 

orestea

 

Venerdì  26 Maggio 2017, per la prima volta nella mia vita, ho avuto modo di assistere alla rappresentazione teatrale di una tragedia greca: l’Orestea