testata grande2

Arte e Spettacolo

                                                                                elodie 1se

Andromeda era figlia di Cefeo, re d’Etiopia, e dell’arrogante e vanitosa Cassiopea. Un giorno, per spudorata vanità, Cassiopea sostenne che la sua unica figlia fosse più bella delle Nereidi.

POESICA: poesia e canzone, espressioni coincidenti?

sappho and alcaeus 18811

Già da tempo è sorto un interessante dibattito tra scrittori, poeti e musicisti: ci si chiede, infatti, se la canzone sia anche poesia. È qui che si intravedono gli orizzonti di due opinioni differenti, oscillanti tra chi ritiene che è possibile individuare la canzone nel filone della poesia e chi, invece, afferma il contrario.

IL SENSO DI UN VIAGGIO NEI LUOGHI REMOTI ED ESTREMI DELL'ANIMO UMANO

 

medea                                                                   

                                                                   L’atteso non si compie, all’inatteso un dio apre una via

                                                                                                                                             Euripide

                                                                                                    Erano spine che entravano nell'anima
                                                                                                                                  e diventavano fiori.
                                                                                                                                           Alda Merini

                                                                                                                               …Sciarade infinite,

                                                                                                                                       infiniti enigmi, 

                                                                                                                 una così devastante arsura,

                                                                                                                        un tremito da far paura

                                                                                                                            che mi abita il cuore 

                                                                                                                                         Alda Merini

Le cerulee Rupi Simplegadi sono l’essenza di una vicenda narrata tra epica e tragedia lungo il filo dipanato dal Mito e, poi, tessuto da una composizione registica, ispirata dal destino di una donna, che è “nome parlante”, personaggio fatale per le sorti di uomini ed eventi. 

NOTTE NAZIONALE DEI LICEI: ANCHE QUEST'ANNO UN SUCCESSO

pluto

 

Il 17 gennaio scorso, al Liceo Classico B. Telesio di Cosenza, si è svolta la sesta edizione della Notte Nazionale dei Licei Classici.

six

Nel luglio del 2017, la società teatrale dell'università di Cambridge ha per la prima volta messo in scena il musical Six. Scritto da altri due studenti di Cambridge per non pagare i diritti di musical già esistenti e per evitare di studiare per i loro esami finali, questo musical è il più recente di un sottogenere interessante: musical a sfondo storico con stili di musica piuttosto moderni. 

 

Rap 76194 

La letteratura, come qualsiasi altra espressione artistica, è in continua evoluzione. E’ impensabile considerarla qualcosa di statico, essa si evolve con la società di cui è espressione.

primore

RECENSIONE AL FILM  IL PRIMO RE DI MATTEO ROVERE

Roma non fu costruita in un giorno, ma fu eretta con la spada e con il sangue di due fratelli”.

Di questi due uomini ben conosciamo i natali difficili, la storia travagliata ed, infine, il dramma che trascina uno nelle ombre degli Inferi e l’altro nella gloria dei secoli. Il primo re ( 2019) diretto da Matteo Rovere, che inizia in medias res proprio come nelle narrazioni epiche, ci aiuta a ricordare la vicenda di Romolo e Remo con la crudezza e la ferocia del mondo selvaggio in cui sono cresciuti i due fratelli.

6F05A780 0220 43C9 93BA 0E77EB5D5040

IPPOLITO E FEDRA: DESTINI TRAVOLTI DALLA DOLCE E DOLOROSA POTENZA DI AMORE.

                                                                                                             Io amo ciò che non si dice

                                                                                                     Nessuno ha mai capito il mistero

                                                                                                     perché il mistero non è mai esistito

                                                                                                                                         Alda Merini


519867ED 973E 4440 BB48 CA387B3FE0E2

Commento di un "attore" che osserva dalla platea.

Quello del Teatro “A. Rendano è un palco che, come altri, per essere calcato richiede una buona dose di passione, dedizione e sacrificio. Anche quest'anno le Officine Teatrali Telesiane hanno saputo essere all'altezza della sfida.

ANCORA UNA RIFLESSIONE SULL'ORESTEA.

 

oresteaANCORA

Giorno 30 Novembre alle ore 20.30 è andata in scena per la seconda volta, al Teatro “A. Rendano” di Cosenza,